Chips & Salsa

articoli e appunti da franco carlini

  • fc

Elezioni YouTube

Pubblicato da franco carlini su 21 giugno, 2007

YouTube e Cnn annunciano al mondo l’era delle elezioni americane online

L’emittente americana e il popolare sito di condivisione video: il 23 luglio e il 17 settembre 8 candidati alle presidenziali parteciperanno a una tribuna politica che nulla ha a che fare con la tradizione

Alessandra Carboni

I dibattiti dei candidati alle presidenziali degli Stati uniti fanno parte della tradizione elettorale a stelle e strisce: uomini politici in abito scuro rispondono alle solite domande poste in modo formale e cortese da un’audience silenziosa, seria e rispettosa, composta da cittadini americani.
Difficilmente può accadere qualcosa di imprevedibile, tutto è sotto controllo, e gli aspiranti al ruolo di presidente si sentono al sicuro nell’atmosfera ovattata dell’auditorium in cui si svolge l’incontro. Così sono andate le cose fino a ieri, ovvero fino a prima che YouTube e Cnn comunicassero al mondo che nei giorni del 23 luglio e del 17 settembre 8 candidati alle presidenziali parteciperanno a una tribuna politica che nulla ha a che fare con la tradizione.
L’emittente americana e il popolare sito di condivisione video hanno infatti annunciato la nascita dell’era 2.0 dei dibattiti politici, che per la prima volta si svolgeranno anche online coinvolgendo attivamente gli internauti, nello specifico gli utenti di YouTube, i quali sono invitati a porre delle video-domande, ovvero dei video impersonati da loro stessi, magari arricchiti con immagini o musica che aiutino a comunicare in modo più efficace ciò che desiderano sapere e qual è il loro punto di vista.
Improvvisamente, l’immagine dei dibattiti cambia e la vecchia routine elettorale viene rivoluzionata: gli interlocutori seriosi lasciano il posto a ragazzi in abiti casual colorati, che gesticolano animatamente mentre pongono la propria questione al politico di turno.
Senza peli sulla lingua e senza curarsi di forma e formalità, potranno anche cantare il loro quesito, prendendosi anche la libertà di sottolineare le contraddizioni e gli errori che caratterizzano la carriera del politico cui si rivolgono.
Anche se qualche forma di filtro ci sarà: Cnn si occuperà della produzione dell’evento e della selezione delle video-domande che saranno trasmesse alla presenza dei candidati interessati (e in diretta sul canale dell’emittente), mentre YouTube selezionerà chi, tra i suoi utenti, potrà sedere tra il pubblico durante i confronti.
Nella prima data in programma si terrà il dibattito tra i democratici, nella seconda quello dei repubblicani, ma gli utenti di YouTube possono inviare le proprie creazioni già da oggi.
«YouTube offre a elettori e candidati uno strumento di comunicazione che sarebbe stato inimmaginabile durante le passate elezioni», ha dichiarato Chad Hurley, amministratore delegato e co-fondatore del sito di video, aggiungendo che «per la prima volta nella storia dei dibattiti presidenziali, i votanti di tutto il Paese avranno la possibilità di fare una domanda in formato video al futuro presidente degli Stati Uniti e ascoltare la sua risposta».
Come riferisce CNet, entrambi i promotori dell’iniziativa auspicano che le domande si dimostrino rilevanti quanto le risposte che i candidati forniranno. Gli utenti di YouTube sono incoraggiati a utilizzare audio e immagini a loro piacimento nella produzione dei 30 secondi di video loro concessi per la formulazione del proprio quesito.
«Speriamo di ricevere domande che si spingano oltre ciò cui siamo abituati. Tuttavia non tollereremo alcuna oscenità o contenuti non appropriati. Ma siamo certi che gli utenti saranno estremamente creativi», ha dichiarato David Bohrman, senior vice president di Cnn. «Il coinvolgimento della comunità online consentirà (come mai prima d’ora) a questi dibattiti di raggiungere un maggior numero di utenti e potenziali elettori», ha sottolineato il presidente di Cnn Worldwide, Jim Walton, confermando come l’internet stia assumendo un ruolo sempre più importante anche nel confronto politico.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: