Chips & Salsa

articoli e appunti da franco carlini

  • fc

La partita dei sospetti nel Gotha politico e imprenditoriale

Posted by franco carlini su 13 settembre, 2006

di Franco Carlini, il manifesto
Il giorno dopo di Tronchetti Provera è quello delle gentilezze della gran parte dei giornali italiani e delle stupite recriminazioni dei politici. Tra i più fantastici spiccava ieri l’editoriale del Sole 24ore. Il quotidiano delle liberalizzazioni e del capitalismo serio questa volta titolava: «Una sfida e alcuni interrogativi», che più british non si può. Invece «Tronc-ated», giocando sul Tronchetti che taglia la telefonia mobile, era il titolo del Financial Times.
Proviamo a riordinare le idee e i fatti. Intanto, malgrado le contorsioni linguistiche dei comunicati, non era affatto scontato che il consiglio di amministrazione di lunedì finisse in abbracci. E alcuni consiglieri hanno chiesto meravigliati una spiegazione possibile della svolta a U operata su Tim.
Se hanno approvato lo scorporo è perché, per adesso, non c’è la decisione di vendere la telefonia mobile, ma solo quella di esaminare la sua possibile «valorizzazione» (ossia vendita). E se lo hanno fatto è perché la situazione dei debiti è tale che per alcuni di loro, vedi per esempio Gilberto Benetton, incauto socio di Olimpia, la perdita rasentava la certezza. I debiti: tutti li conoscevano, e da mesi, perché stanno scritti nei bilanci ufficiali. E tutti, anche il Prodi meravigliato di ieri, avevano visto fallire il collocamento in borsa a inizio estate di Pirelli pneumatici.
La «media company»: tutti sanno, altrettanto bene che tale espediente linguistico è solo tale. Non ci sono fatturati seri in vista con la televisione via Internet, anche se da lì stanno venendo le novità comunicative più importanti. Ma sono quasi tutte cose da «reti sociali», mentre il business, cui Murdoch guarda da tempo, arriverà solo per chi avrà i soldi per aspettare e investire nel futuro. Non sembra questo il caso di Telecom Italia.
Le partite sono multiple: su questo non c’è dubbio. Una volta ribadito che lo scopo degli azionisti di Telecom Italia è (ovviamente e ragionevolmente) di salvaguardare il proprio investimento, il consiglio di amministrazione ha in pratica acceso le condizioni per percorre molteplici diverse strade: a) vendere Tim, uscendo industrialmente sconfitti, ma finanziariamente coperti. b) valorizzare la rete fissa, eventualmente facendovi entrare altri soci-operatori oppure passandola allo stato; in questa partita le proteste dei sindacati sono ben accolte in piazza Affari perché costituiscono un elemento di pressione su di un governo attento alle esigenze del mondo del lavoro. c) buttarla tutta in televisione, che poi è la grande questione politica dell’Italia (giusto o sbagliato che sia).
Quest’ultima è la questione più intricata di tutte, il che spiegherebbe i nervosismi politici di ieri. Se non ha parlato chiaramente con Prodi, né con Fassino, allora Tronchetti Provera non starà per caso trattando con la Margherita e con il ministro Gentiloni? Da qui gelosie e ritrosie. In ogni caso la questione del terzo polo televisivo è da sempre sul tavolo: legge sul conflitto di interessi e modifica della Gasparri vanno in questa direzione. Per la sua televisione Telecom Italia legittimamente si aspetta una rimozione dei tetti (oggi per lei il 10 per cento del Sistema Integrato delle Comunicazioni, mentre è il 20 per Mediaset) e uno sblocco del divieto ai gruppi editoriali di avere tv, nel qual caso non già l’odiata Repubblica (che molto ambirebbe, ma sembra fuori gioco), quanto il Corriere potrebbe portare i capitali necessari. Naturalmente ammesso che quel supposto gotha del capitalismo italiano riunito nel patto di sindacato di Rcs sia capace di trovare un accordo decente


Annunci

Una Risposta to “La partita dei sospetti nel Gotha politico e imprenditoriale”

  1. Hello, I check your blog regularly shock rock – welovetheasianworld.

    blogspot.com -. Your humoristic style is witty, keep doing what you’re doing!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: