Chips & Salsa

articoli e appunti da franco carlini

  • fc

  • Annunci

scheda / Il costo delle punizioni

Posted by franco carlini su 12 ottobre, 2006

Gli psicologi chiamano questo esperimento 3PPG, che vuol dire Gioco di Punizione della terza Parte (Third Party Punishment Game) e funziona così: al soggetto A, donatore, viene data una certa somma né troppo piccola né troppo grande, per esempio pari al valore di una giornata lavorativa. Egli deve allora darne una certa percentuale a un altro soggetto B, anonimo e sconosciuto. A è libero di non dare nulla a B oppure, all’estremo opposto, di donargli tutta la somma. Fin qua è un gioco simile al famoso Ultimatum Game, ma qui interviene un terzo soggetto, C, il quale assiste alla transazione e quando questa viene dichiarata (per esempio «regalo il 5 per cento del mio denaro») può intervenire a punire un comportamento troppo egoista, ma per farlo pagherà a sua volta un prezzo in denaro. Se C decreta la punizione, il giocatore A perderà un terzo della sua somma, ma C, nella parte del punitore altruista, a sua volta, perderà qualcosa, per esempio il 10 per cento del suo monte monetario. Se la decisione di punire non gli costasse nulla essa potrebbe essere soggetta al capriccio di C o al suo eccessivo moralismo.

Un comportamento astrattamente utilitaristico di C dovrebbe far sì che egli se ne stia inerte senza intervenire, anche in caso che A faccia delle offerte scandalosamente egoiste. Infatti a lui, C, non gli ne viene in tasca niente e anzi, se interviene per dare una lezione di altruismo ad A, a sua volta perderà qualcosa. L’esperimento viene condotto tra persone che non si conoscono, di modo che non ci sia alcuna influenza di simpatia-antipatia. In laboratorio addirittura viene fatto senza che nemmeno i soggetti in gioco si possano vedere. Si tratta, senza dubbio, di una situazione «irreale» perché non vanno così le cose nel mondo normale di relazioni tra le persone, ma un tale protocollo sperimentale ha il pregio di eliminare molte delle variabili in gioco, come la conoscenza tra le persone) e di far emergere in maniera numericamente misurabile un solo comportamento. Viene detto «gioco» anche se tale non è, ma il riferimento è alla Teoria dei Giochi che analizza matematicamente situazioni di conflitto e ne cerca soluzioni di equilibrio e strategie vincenti.

Annunci

Una Risposta to “scheda / Il costo delle punizioni”

  1. […] Insomma, fino ad ora tutto è filato liscio anche perché, evidentemente, le parti hanno giudicato che ci fosse una reciproca convenienza. Ma cosa succederà quando i soldi cominceranno a scorrere copiosi prevalentemente in una sola direzione? Si sa che gli esseri umani mostrano una certa propensione (innata?) all’equità e sono inclini a punire, quando gliene venga data la possibilità, un interlocutore che proponga loro un accordo iniquo. Senza contare che, come segnala Garfeld, laddove non arrivasse la natura, arriverebbero sicuramente gli avvocati. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: