Chips & Salsa

articoli e appunti da franco carlini

  • fc

Wiki, wiki, ancora wiki

Posted by franco carlini su 1 febbraio, 2007

Wikinomics, l’economia Wiki, ovvero «come la collaborazione di massa cambia tutto». Questo il recentissimo volume pubblicato da Don Tapscott e Anthony D. Williams. Scritto a quattro mani con tante email e con un collegamento telefonico Skype. L’espressione hawaiana wiki (veloce) originariamente indicava sia un sito che un software collaborativo, del genere popolarizzato dall’enciclopedia online Wikipedia, ma ormai si è fatta  metafora generale, indicando un diverso modo di produzione fondato sulla cooperazione e partecipazione delle masse. Per chiarire il concetto gli autori hanno deciso di lasciare vuoto l’ultimo capitolo: saranno i lettori a scriverlo, dopo il 5 febbraio.

L’idea è di «wikizzare» l’economia e infatti il saggio si rivolge soprattutto al mondo delle imprese. Che sono subito avvertite: non si tratta di una scelta ideologica, ma di una necessità. Chi non si adegua verrà semplicemente travolto. La  wikinomics non riguarda solo il mondo internet. Sconfina nel mattone e nella calce. E’ il caso di Goldcorp, azienda canadese dedicata all’estrazione dell’oro. Di fronte alle difficoltà e all’apparente esaurimento della miniera, l’Ad Rob McEwen ha pubblicato online i dati geologici (solitamente tenuti segreti dalle imprese del settore)  chiedendo aiuto, in buona sostanza, al mondo, in cambio ovviamente di una ricompensa per le indicazioni migliori. Oggi  è un colosso da 9 miliardi.
La wikinomics si basa sull’emergere del web 2.0; sull’avvento di una nuova generazione allevata a partecipazione online, e sulla globalizzazione. Alcuni vedranno in questa «tempesta perfetta», come la definiscono gli autori, una minaccia, decidendo di chiudersi a riccio, ad esempio attraverso architetture proprietarie e una rigida difesa della proprietà intellettuale; altri pescheranno coraggiosamente nell’intelligenza collettiva e nelle virtù della collaborazione, inventando nuovi modelli di business. Come la Procter&Gamble, un vero gigante mondiale dei consumi di massa, che si affida a Innocentive, una sorta di eBay delle idee, cui partecipano migliaia di scienziati (ricercatori in pensione, studenti ecc) pronti a risolvere gli interrogativi posti dalle multinazionali in cambio di un premio.

(carola frediani)

Annunci

3 Risposte to “Wiki, wiki, ancora wiki”

  1. […] Wiki, wiki, ancora wiki […]

  2. […] Wikinomics https://chipsandsalsa.wordpress.com/2007/02/01/wiki-wiki-ancora-wiki/ […]

  3. Mexxeh said

    test

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: