Chips & Salsa

articoli e appunti da franco carlini

  • fc

Storie di coppie e di sentimenti

Posted by franco carlini su 29 marzo, 2007

second life
(Continua il viaggio della nostra inviata su Second Life, questa volta alla scoperta di amore e amicizia – tutti i testi su http://www.visionblog.it)
Alessandra Carboni

Immaginate questo: un bel ragazzone grande e grosso inginocchiato di fronte a me, occhi negli occhi, mentre tiene la mia mano fra le sue, sorridendomi. Questa la situazione in cui mi sono ritrovata al ritorno del mio compagno di viaggio. Mi veniva da ridere perché non sono abituata a dichiarazioni d’amore vecchio stile.
«Ma che fai Bruce? Dai, alzati che mi imbarazzi così, please»
«Ma aspetta no? Fammi parlare»
Così Bruce mi ha fatto la proposta di fidanzamento, spiegandomi che c’erano tutti i presupposti per diventare una SL couple, e che avremmo dovuto farlo subito.
«Vorrei che tu fossi la mia partner, la mia ragazza, la mia SL girlfriend, la mia compagna d’avventura. E guarda che lo so che ti viene da ridere. Però dai, dimmi di sì»
«Eh, Bruce… Ma significa che dovremo anche vivere insieme?»
«Beh, più o meno. Da te, o da me, dove vuoi, quando vuoi. Quindi…?»
«Glob… Ok, sì: santocielo, che sto facendo!?»
Fidanzarsi è una cosa seria, perlomeno quando lo si fa in modo ufficiale, alla maniera dei Lindens. Chi si propone invia all’altro una richiesta scritta, via posta (e contro pagamento di una tassa di 20 L$ per l’avvio della pratica), che viene inoltrata al destinatario direttamente dal municipio del Governatore Linden: chi la riceve deve solo cliccare per accettare (sempre che lo desideri), e automaticamente sulla carta d’identità di entrambi compare l’indicazione del nuovo stato civile, accompagnato dal nome del partner.
Insomma, io ho accettato. E quello stesso giorno ho anche ricevuto un bell’anello di fidanzamento: un pezzo unico, fatto da un mastro orafo che ha voluto sapere la mia data di nascita per scegliere il colore della pietra da incastonare. Il mio colore è risultato essere il blu.
Esistono gioiellerie che vendono piccoli oggetti preziosi dedicati espressamente agli innamorati – molti dei quali personalizzabili, su richiesta – e sono tantissimi i residenti fidanzati, anche se non tutti ufficialmente. Avere un partner è cool, qui, è un qualcosa di cui andare fieri, anche se ovviamente ci sono molti single irriducibili, quelli a cui viene la pelle d’oca al solo pensiero di una seconda vita di coppia.
Però si parla tanto di amore, e c’è anche chi lo fa, l’amore. C’è l’amore in vendita, come quello che il mio amico Stan offre ai suoi clienti quando veste i panni di Jasmine, ma c’è anche la passione più vera, come quella che lega la mia migliore amica, Moon, al suo adorato Pj. Loro sono una delle coppie più belle e vere che mi sia capitato di incontrare, e non escludo che prima o poi decidano anche di sposarsi, realizzando il loro piccolo grande sogno. Amore sicuramente particolare è quello che lega le slave (le schiave) ai loro Master. Queste donne dipendono dalla volontà del loro uomo, eseguono i suoi ordini alla lettera, e sono felici di farlo. Se disobbediscono sanno che saranno punite, ma spesso sono loro stesse a chiedere la giusta punizione per le proprie mancanze. Una forma di sottomissione consapevole che si basa sostanzialmente sulla fiducia, perché per affidare la propria esistenza alle mani e alla mente di un’altra persona è necessario credere quasi ciecamente nell’altro, senza temere che possa approfittare della propria posizione di dominatore.
Poi c’è l’amore fraterno, quello che lega gli amici, gente che magari si conosce e frequenta da anni, o anche solo da mesi: rapporti basati sul dialogo, sulla schiettezza e sulla condivisione. Ovviamente i buoni amici, quelli con cui si crea un certo feeling, sono pochi; c’è davvero moltissima gente, qui, e le occasioni per conoscere persone nuove sono così tante che non è proprio possibile pensare di instaurare un rapporto speciale con tutti coloro che finiscono nella friendlist.
Appena nati è normale voler conoscere tutto e tutti, perché ogni cosa sembra bella e attraente, e la curiosità del newbie è insaziabile. Crescendo però si diventa più selettivi, si impara a proprie spese che essere amici di tutti è difficile e faticoso. Anche perché il tempo insegna che non tutti sono quello che sembrano, che il mondo non è fatto unicamente di gente disponibile e sincera, e che prendere delle cantonate non solo è possibile, ma anche altamente probabile. Chissà che cosa ne pensano i vecchi saggi di Second Life, quelli nati all’alba di questo mondo, ormai quattro anni fa.

Advertisements

4 Risposte to “Storie di coppie e di sentimenti”

  1. Cathleen said

    Your means of telling everything in this article is in fact good, every
    one be able to without difficulty be aware of it, Thanks a lot.

  2. Darby said

    I wanted to thank you for this fantastic read!
    ! I certainly enjoyed every little bit of it.
    I have you bookmarked to check out new things you post…

  3. Hi there just wanted to give you a quick heads up.
    The words in your article seem to be running off the screen in Safari.
    I’m not sure if this is a format issue or something to do with internet browser compatibility but I figured I’d
    post to let you know. The design look great though!
    Hope you get the problem resolved soon. Cheers

  4. Melvin said

    Thanks , I’ve just been searching for info about this topic for ages and yours is the greatest I’ve found
    out so far. However, what in regards to the bottom line?

    Are you sure concerning the supply?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: