Chips & Salsa

articoli e appunti da franco carlini

  • fc

  • Annunci

Leggende infondate su Google

Posted by franco carlini su 10 maggio, 2007

Secondo un autorevole quotidiano italiano (La Repubblica, 6 maggio), Google avrebbe realizzato «una maxischedatura dell’umanità», grazie alla quale se un qualsivoglia «Mariolino», appassionato di motociclette, usa quella search engine, essa gli somministra le relative pubblicità personalizzate (ovviamente pagate dagli inserzionisti), basandosi sul «profilo» di quella persona. Peccato che le cose non funzionino così, come chiunque può verificare, e il fatto che circoli tale leggenda è la conferma di quanto i media principali siano poco informati e poco informino. Poi si lamentano che perdono copie. In realtà Google propone agli utenti del suo motore di ricerca, così come del sistema di posta Gmail, delle pubblicità contestualizzate, ovvero pubblicità che tengono contro del contesto, e ci riescono tenendo conto delle parole chiave immesse per la ricerca oppure, nel caso della posta, dei termini contenuti nel messaggio ricevuto. Ma per motivi sia tecnici che politici, relativi alla privacy, non scheda le preferenze di alcun Mariolino, né Lucia. Essi infatti non hanno di solito un indirizzo internet fisso, grazie al quale essere riconosciuti, e anche i brandelli di informazione detti cookies che i siti depositano sui computer offrono poco aiuto, se non altro perché molti utenti li annullano. Sono dei piccoli file di testo che i siti scrivono nei Pc dei visitatori e che vengono  poi letti e aggiornati a ogni visita successiva. Peraltro chi lo voglia può chiedere a Google di conservare il diario delle sue ricerche, ma si tratta di un’opzione volontaria. Quello che Google e tanti altri siti web fanno, piuttosto, è di registrare le attività degli utenti, per ricavarne dei profili statistici delle diverse popolazioni, i quali a loro volta serviranno per raccogliere pubblicità di settore.  Il business che ha proiettato Google alle stelle è quello. (s. t.)

Annunci

Una Risposta to “Leggende infondate su Google”

  1. Alberto said

    Caro Franco, complimenti per il post ! Ormai anche i bambini sanno che la Repubblica è affidabile quanto Prodi al governo….o vogliamo dire D’Alema nel 97 ? Insieme a Spaventa e ai capitani coraggiosi ? Ottimo poste sul professor (de noantri) Spaventa….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: