Chips & Salsa

articoli e appunti da franco carlini

  • fc

Un Di Pietro sprecato

Posted by franco carlini su 19 luglio, 2007

 

L’ultimo incontro del ministro Di Pietro con i giornalisti si è svolto la settimana scorsa. In rete, anzi in quel mondo virtuale che è Second Life, dove ormai ognuno si sente in dovere di esserci. Persino D’Alema c’è andato, sia pure con un semplice video. Di pupazzetti radunati per dialogare con quello del ministro ce n’erano un centinaio, ma l’evento è stato una delusione (per un resoconto vedi http://www.visionpost.it/index.asp?C=8&I=2078). Infatti Di Pietro è di persona assai efficace, tanto nel linguaggio, che nelle espressioni fisiche; basti vedere i suoi filmati depositati su YouTube dove è ben vero che parla da solo, ma a ognuno sembra che parli a e per lui. Nell’isoletta di Second Life invece c’era il suo alias tipo cartoon che agitava le mani e di lui si sentiva la voce. Nel luogo deputato dell’interattività digitale, andava avanti da solo, mentre in chat i presenti gli dicevano: «ci leggi?». Il suo ufficio stampa ci ha segnalato che in effetti rispondeva alle domande inviate in anticipo dai giornalisti pre-registrati. Tutto normale e lecito, ma allora perché farlo in Second Life? Solo per dimostrare che si è di frontiera e per avere un provvisorio titolo sui giornali? Ai fini della comunicazione politica una conferenza stampa «fisica» con spazio a domande e risposte non confezionate resta senza dubbio lo strumento migliore. In rete le chat, e anche i blog, pur se fatti di solo testo, assicurano comunque immediatezza e accesso anche da lontano I filmati unidirezionali, come si è detto, possono avere la loro efficacia. Ma in Second Life, che vantaggio c’è? Molti, politici e aziende, cominciano a chiederselo. La risposta più sensata è che ne vale la pena se si è capaci di inventare forme di presenza e di dialogo specifiche di quel medium, a metà tra videogame e forum. E per farlo bisogno viverci, frequentare, «vedere gente».

Una Risposta to “Un Di Pietro sprecato”

  1. nico said

    un di non è una directory?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: