Chips & Salsa

articoli e appunti da franco carlini

  • fc

telegiornali / Nello stile di rete

Posted by franco carlini su 19 ottobre, 2006

Piccoli segni di cambiamento al Tg1. C’è la conduttrice che non legge soltanto, ma fa un vero e proprio commento editoriale sulla violenza alle donne, ci sono degli striscioncini a fondo schermo che segnalano i siti Internet relativi agli argomenti di cui si parla, c’è il direttore che risponde alle e-mail degli ascoltatori. Sembra anche discesa la percentuale di servizi ispirati alla lettura dei giornali del mattino. Ma soprattutto, ed è una questione di stile e trasparenza, vengono più spesso citate le fonti da cui una notizia proviene, che si tratti della Washington Post o di un quotidiano locale dell’Umbria. Anche questo è forse un segno di quanto il costume dell’Internet, quello dei link alle fonti, si stia facendo strada negli old media. E poi si nota più attenzione alle cose dal mondo e della cultura. Difficile immaginare che nella gestione Minum ci si accorgesse che Robert Putnam, famoso studioso americano della politica, aveva tenuto una conferenza a Manchester, che il Finanzial Times se ne era occupato, e decidere al volo di costruirci un servizio. Il tema era la diversità e Putnam, nell’occasione, aveva sostenuto che più un paese contiene etnie differenti, più difficile risulta la reciproca fiducia tra i diversi gruppi. Se si vuole nulla di sconvolgente (è esperienza quotidiana) e il servizio del Tg certamente esagerava nel definirla una «teoria rivoluzionaria». Il redattore, oltre a tutto, trascurava di dire che nell’occasione Putnam aveva comunque aperto all’ottimismo, dicendo che per la coesione delle nazioni ci vuole sia il tempo che una comune volontà di farlo e che il famoso melting pot ci sono voluti anni ed è sempre in equilibrio instabile. Proprio di questo si occuperà il programma di ricerca congiunto tra le università di Manchester e di Harvard, intitolato «Social Change» e diretto dallo stesso Putnam. In ogni caso si è assistito a un buon tentativo di rendere televisivamente una questione astratta, facendola precedere da notizie italiane sul tema e seguire da due interviste nella città più multietnica d’Italia, Torino, entrambe prive di allarmismi.

Advertisements

7 Risposte to “telegiornali / Nello stile di rete”

  1. plurale said

    […] Nessun Commento finora Lascia un tuo commento RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI Lascia un tuo commento Line and paragraph breaks automatic, e-mail address never displayed, HTMLallowed: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> […]

  2. […] spesso un fenomeno provincialissimo: le notizie (di agenzia e non) – a differenza di quanto ha cominciato a fare il Tg1 – vengono presentate senza indicazione della loro provenienza, quasi fossero una produzione […]

  3. sydney kerbside property valuation

    telegiornali / Nello stile di rete « Chips & Salsa

  4. osr land valuation

    telegiornali / Nello stile di rete « Chips & Salsa

  5. here. said

    here.

    telegiornali / Nello stile di rete « Chips & Salsa

  6. belgravia villa cluster housing

    telegiornali / Nello stile di rete « Chips & Salsa

  7. miranda property valuation

    telegiornali / Nello stile di rete « Chips & Salsa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: